Un momento di dolcezza, di piacere, di sorpresa e di fantasia, vogliono essere questo i miei dolci decorati!!! sito

un pò di me

Mi chiamo Livia e sono molto golosa, questa è la premessa alla mia passione per il cake designer. Fin da piccola amavo cucinare torte, strudel e dolci vari e raccogliere libri di ricette, primo fra tutti il mitico MANUALE DI NONNA PAPERA. Oggi realizzo dolci decorati con la pasta di zucchero e la cioccolata plastica per bambini ed adulti, oltre agli splendidi dolci di Luca Montersino, come la famosa Diabella. Amici che mi sono venuti a trovare:

USO GLI OTTIMI PRODOTTI DI:

Ultimi Commenti

adesso sto cercaqndo di mettere in ...

29.06.12 @ 14:58:49
da zia uliana


Ohh finalmente!!! Si sono buoni come ...

29.06.12 @ 14:49:53
da Admin


vittoria !!!!!!!

29.06.12 @ 14:48:25
da zia uliana


finalmente ti ho trovato! desidero dirti ...

29.06.12 @ 14:46:35
da zia uliana


Buongiorno, mi chiamo Melissa,e visto che ...

20.04.12 @ 10:27:30
da Melissa


Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatore: 1

Avviso

rss Sindicazione

Archivi

Scegli un tema



23 Feb 2015 

CICERCHIATA

Ingredienti per l'impasto:
400 gr. di farina 
4 uova intere
2 cucchiai di zucchero
mezzo bicchierino di liquore ( marsala)
2 cucchiai di olio
qualche goccia di limone
1 pizzico di sale

Impastate bene gli ingredienti, lasciate riposare mezz'ora in frigo, poi formare tante palline della misura di un cece.

Friggetele in abbondante olio bollente.

 





Ingredienti per il caramello:

150 gr. di zucchero
200 gr. di miele
la buccia grattugiata di un arancio ed un limone
100 gr. di mandorle a scaglie.

N.B. la cicerchiata nel caramello mette anche lo zucchero, questa è la versione marchigiana, negli strufoli invece c'è solo il miele, il risultato è pi "colloso", più simile ad un croccante!

In un pentolino fondete lo zucchero semolato con il miele, aggiungete la buccia grattugiata del limone e dell'arancio, fate dorare un poco ed aggiungete le palline di pasta fritte.

Ponete sul ripiano i pirottini e ponete una decina di palline all'interno con un poco del caramello, decorate con le scaglie di mandorle e i confettini colorati.

Facile no? E buoni buoni! Da provare!


Admin · 340 visite · 0 commenti
20 Lug 2014 

Sto preparando la torta per i 18 anni di Giulia. Li compie il 21 e festeggerà in un locale! La sua mamma è almeno 1 anno che mi chiede di farle la torta e così mi sono dovuta mettere sotto! Sinceramente col fatto che sto a dieta ho smesso di fare dolci, tanto non li posso mangiare! Ma questa la dovevo fare!!!!
Il primo problema che ho dovuto affrontare è stato fare delle orchidee. ho provato diverse tecniche, in effetti ho fatto pure un corso con Torte di Nadia, bravissima, però ho fatto l' iris e l'ortensia, perchè non c'erano corsi sulle orchidee. Così ho provato la tecnica che mi aveva insegnato, petalo per petalo tutti montati sul ferretto.
Il risultato però era troppo lungo e troppo delicato, così li ho preparati senza ferretto, sono delle orchidee Cattleya:


Vi piacciono? Sono delicatissime, sono stata una settimana per averne 6 grandi e 6 piccole, una ne facevo e tre si rompevano!!!!

La torta, di 4 piani, è vera solo alla base, una base di 35 cm., alta quasi 12 cm.


Ho foderato ogni piano, poi ho fatto delle strisce, molto fini da un lato e rifinite con una delicata sfumatura di rosa, le ho messe attorno alla torta come se fossero i petali di una rosa,li ho poi ripiegati verso fuori.

Ho preparato il vassoio con la scritta e vi ho appoggiato i quattro piani, naturalmente sulla base di torta vera che doveva sostenere tutto il peso ho messo delle cannucce tagliate a filo della torta. Tutto questo sono stata costretta ad assemblarlo nel locale, poichè faceva veramente caldo e non era possibile trasportare una torta alta circa 60 cm.!!!


Ecco infine la torta assemblata e decorata con le orchidee


E non poteva mancare la foto della festeggiata con la sua torta!




Admin · 1443 visite · 0 commenti
25 Mar 2014 
Sabato scorso sono stata invitata a partecipare al casting del programma televisivo BAKE OFF, un programma di pasticceria in cui nove concorrenti si sfidano ad una battaglia all'ultimo... dolce!

Ho pensato molto a cosa portare, la scelta era molto difficile,potevo portare un dolce decorato di pasta di zucchero, ma conoscendo la ben nota avversione dei pasticceri verso questo tipo di pasticceria, ho optato per un dolce più classico, molto più classico! 
Preso da un libro di Luca Montersino" Dolci Tentazioni", mi sembrava che, per la varietà di lavorazioni, potesse dare un'idea delle mie capacità e conoscenze nel campo della pasticceria
.
Il dolce non l'avevo mai fatto,   ma è venuto veramente bene ( ed alla prima volta) e molto ma molto buono!.

Così naturalmente vi passo la ricetta e vi consiglio vivamente di provare a farlo, la lavorazione è lunga perchè è composto da diverse preparazioni, che però non sono complicate, potete pure prepararlo in più giorni in quanto gli ingredienti si posso mantenere in frigo, potete ad esempio preparare un giorno la frolla, o il flan, o la crema ( aggiungendo la panna però all'ultimo minuto), anche la glassa al cioccolato si mantiene trnaquillamente in frigo!





INGREDIENTI  ( per due torte da 20 cm.)

Per il flan di pesche ed amarene:
500 gr. di panna
200 gr. di uova intere ( 4)
125 gr. di zucchero semolato
25 gr. di amaretto di saronno
1 baccello di vaniglia

Per la glassa al cioccolato:
170 cl. di acqua
150 cl. di panna non montata
75 gr. di cacao amaro
240 gr. di zucchero
8 gr. di colla di pesce

E' una glassa molto scura e lucida che una volta fredda ha la consistenza quasi di un budino.

Si porta ad ebolizione l'acqua, la panna e lo zucchero ed il cacao, per circa 10 minuti, lasciare intiepidire ed aggiungere la colla di pesce ammollata precedentemente in acqua e strizzata, lasciar riposare la glassa per qualche minuto e versare sulla torta.

Per la pasta frolla:
500 gr. di farina 00
300 gr. di burro
200 gr. di zucchero
80 gr. di tuorli ( 4)
1/2 bacca di vaniglia
1 gr. di sale
buccia di limone grattugiata

Impastare tutti gli i ngredienti più in fretta possibile, quando l'impasto sarà compatto, avvolgetelo con della pellicola e ponetelo in frigo a freddare 30 minuti circa. Una volta tirato fuori il panetto sarà molto duro, per evitare di scaldarlo con le mani, schiacciatelo con un mattarello fino a farlo tornare elastico.

Crema chantilly al cioccolato:
La crema chantilly è composta da una crema al cioccolato  mischiata a panna montata.
Per la crema al cioccolato battete tre rossi d'uovo con 5 cucchiai colmi di zucchero, quando saranno ben gonfi e chiari, aggiungete tre cucchiai scarsi di amido di mais, e successivamente mezzo litro di latte intero. Portate sul fuoco, aggiungere 1 h di cioccolato fondente grattuggiate e far addensare. Lasciare freddare in frigo coperta da pellicola per evitare che si indurisca sopra. Nel frattempo montare la panna finchè è soda. Aggiungere alla crema al cioccolato con un movimento dall'alto in basso per non smontare la panna.


200 gr. di pesche sciroppate
100 gr. di amarene sciroppate.

Prendete due teglie da 20 cm., imburratele e mettete la pasta frolla alta circa. mezzo cm. rifinite i bordi,bucherellate il fondo con una forchetta, coprite con carta stagnola, e ceci ( per evitare che in forno cresca) e mettete in forno per circa 20 minuti a 170°, finchè la frolla non si è dorata.



Nel frattempo preparate il flan, portate a bollore la panna e versatela sopra i tuorli sbattuti con lo zucchero, la vaniglia e l'Amaretto di Saronno, mescolate bene.

Prendete le teglie, togliete la stagnola ed i ceci. Ponete sul fondo in maniera ordinata fette di pesche sciroppate ed amarene, ricoprite col flan fino a poco sotto il bordo.


Rimettete in forno a 150° fino a che il flan non si rassoda.
Lasciate raffreddare, togliete dallo stampo, versate al centro la glassa al cioccolato e decorate i bordi con grossi ciuffi di crema chantilly.





Un lavoraccio, vero? Però vi assicuro che il sapore merita tutto questo darsi da fare!!!



La fettina!!!

Admin · 1007 visite · 0 commenti
21 Feb 2014 



Quest'anno ho voglia di sperimentare, così oltre alle solite frappe, sempre leggerissime e buone, ho voglia di castagnole.
Finora non sono riuscita a trovare uan buona ricetta, in genere sono pesanti e troppo secche, e non mi piacciono.
Ho trovato però questa ricetta, molto semplice e rapida da fare, non sono fritte quindi un pizzico più leggere, certo non dietetiche dato che sono ricoperte di zucchero e bagnate nell'alchermes, ma vermanente buone, delicate e morbide. Unica accortezza prepararle il giorno prima, perchè assorbono meglio il liquore.




INGREDIENTI:

200 gr. di farina
75 gr. di zucchero
2 uova intere
30 gr. di burro
1/2 bustina di lievito per dolci
buccia grattugiata di limone non trattato

PER LA BAGNA

1 tazzina di alchermes
1 tazzina di acqua
zucchero


PROCEDIMENTO:

Fate la fontana con la farina e lo zucchero, aggiungete le uova e il burro fuso, poi la scorza del limone e la mezza bustina di lievito.
Impastate fino a raggiungere un impasto piuttosto umido.
Infarinate le mani e formate tante piccole noci che porrete sulla teglia foderata con carta forno, mettetele ad una certa distanza l'una dall'altra perchè in cottura raddoppiano di volume.
Mettete in forno caldo a circa 200° per 10 minuti. Non devono colorarsi troppo perchè sennò si induriscono e non assorbono la bagna.
Una volta tolte dal forno passatele nella bagna composta da una parte di alchermes ed una parte di acqua, bagnatele ben bene, io le lascio anche mezzo minuto, così si ibevono bene e poi passatele subito nello zucchero semolato.
A questo punto, se le assggierete noterete che lìinterno è ancora un pò duro, aspettate invece il giorno dopo, saranno morbide e profumate, perfette!!!!


Questa è un'altra interpretazione, ho preso due castagnole al forno, le ho unite a due a due con della ganache al cioccolato, ecco delle buonissime " pesche"!!!



Admin · 652 visite · 0 commenti
31 Gen 2014 
E' una deliziosa torta cioccolatosissima! Dei teneri maialini fanno il bagno in una tinozza di fango!


La tinozza è composta da dei biscotti tipo Togo, l'interno, purtroppo non ho una foto, è una chiffon cake al cioccolato ( cioè due) bagnata con rum e farcita da ganache al cioccolato e granella di nocciole tostate.


La parte superiore è una glassa lucida, naturalmente al cioccolato.




I maialini sono di pasta di zucchero.



Questa invece è una seconda tortina, più piccola.


L'interno è angel cake  ( sempre due) bagnata con bagna all'arancia, farcita con ganache al cioccolato e canditi all'arancio e sempre ricoperta con glassa lucida. I biscotti attorno sono tipo KiteKat.

Per salutarvi, eccomi nell'ultima foto:





Admin · 1535 visite · 0 commenti

1, 2, 3 ... 11 ... 22  Pagina Successiva

Amici che mi sono venuti a trovare:
free html visitor counters
hit counter


siti

dolcefanny.blogattivo.com

In classifica

sito


Sito d'argento






siti amici
http://www.dolcidichiara.it/logo.gif
http://www.dolcidichiara.it/public/forum/search.php?search_id=newposts
http://ricettefantasia.myblog.it/
http://agendadimargherita.myblog.it/
http://www.dolcidichiara.it/home.html
http://manuelapeace.blog.kataweb.it/
http://nonsolotortedecoratedidonatella.blogspot.com/
http://idolcidipinella.blogspot.com/
http://sognidizucchero.blogspot.com/
http://unmondodidolcezza.blogspot.com/
http://zuccheriamo.blogspot.com/
http://sugarcraftedintorni.blogspot.it/2011/05/sugar-flowers-fiori-di-zuccheroi.html
http://blunottelive.blogspot.it/
http://sweetcorner-doris.blogspot.it
http://le-tenere-dolcezze-di-resy.blogspot.it


LEGGETE QUESTA RIVISTA ON LINE, ALL'INTERNO C'è UNA BELLISSIMA INTERVISTA A LUCA MONTERSINO!!!