Un momento di dolcezza, di piacere, di sorpresa e di fantasia, vogliono essere questo i miei dolci decorati!!! sito

un pò di me

Mi chiamo Livia e sono molto golosa, questa è la premessa alla mia passione per il cake designer. Fin da piccola amavo cucinare torte, strudel e dolci vari e raccogliere libri di ricette, primo fra tutti il mitico MANUALE DI NONNA PAPERA. Oggi realizzo dolci decorati con la pasta di zucchero e la cioccolata plastica per bambini ed adulti, oltre agli splendidi dolci di Luca Montersino, come la famosa Diabella. Amici che mi sono venuti a trovare:

USO GLI OTTIMI PRODOTTI DI:

Ultimi Commenti

adesso sto cercaqndo di mettere in ...

29.06.12 @ 14:58:49
da zia uliana


Ohh finalmente!!! Si sono buoni come ...

29.06.12 @ 14:49:53
da Admin


vittoria !!!!!!!

29.06.12 @ 14:48:25
da zia uliana


finalmente ti ho trovato! desidero dirti ...

29.06.12 @ 14:46:35
da zia uliana


Buongiorno, mi chiamo Melissa,e visto che ...

20.04.12 @ 10:27:30
da Melissa


Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatore: 1

Avviso

rss Sindicazione

Archivi

Scegli un tema



31 Gen 2014 
E' una deliziosa torta cioccolatosissima! Dei teneri maialini fanno il bagno in una tinozza di fango!


La tinozza è composta da dei biscotti tipo Togo, l'interno, purtroppo non ho una foto, è una chiffon cake al cioccolato ( cioè due) bagnata con rum e farcita da ganache al cioccolato e granella di nocciole tostate.


La parte superiore è una glassa lucida, naturalmente al cioccolato.




I maialini sono di pasta di zucchero.



Questa invece è una seconda tortina, più piccola.


L'interno è angel cake  ( sempre due) bagnata con bagna all'arancia, farcita con ganache al cioccolato e canditi all'arancio e sempre ricoperta con glassa lucida. I biscotti attorno sono tipo KiteKat.

Per salutarvi, eccomi nell'ultima foto:





Admin · 2583 visite · 0 commenti
18 Gen 2014 
Sapete cosa sono i Bagels?



Sono dei panini a forma di ciambellina, molto soffici, da farcire a piacere.


Sono un pane di origine ebraica, mi sono imbattuta nella ricetta e ho dovuto provarli, sono veramente buoni!!!!

Ingredienti per 12 bagels:
Farina manitoba gr. 250
farina00 gr. 200
sale gr. 6
lievito di birra gr. 15 ( se disidratato gr. 6)
latte fresco intero gr. 225
acqua gr. 50
zucchero 1 cucchiaino
malto 1 cucchiaino ( se non l'avete un cucchiaino di miele)
burro gr. 25
uova 1 medio

Per guarnire:
malto 1 cucchiaino
semi di papavero
semi di sesamo
semi di finocchio


Mettete in una ciotola capiente le due farine preventivamente setacciate, quindi fare un buco al centro.
In un altro contenitore versare il latte tiepido, aggiungere lo zucchero, il lievito, il malto e mescolare.
Versare il composto di latte al centro della farina, unire l'uovo, l'acqua con il sale disciolto ed impastare.
Una volta ottenuto un composto omogeneo aggiungere il burro a pezzetti ammorbidito.
Spennellate una ciotola con un filo di olio, quindi adagiarvi l'impasto, coprire la ciotola con pellicola trasparente e lasciare lievitare un paio di ore, fincè il volume non raddoppia.
Trascorso il tempo di lievitazione, impastare il composto e dividerlo in 12 palline alla quale si praticherà un foro al centro come ciambelline.
Porre le ciambelline a lievitare su una teglia coperta di carta forno per circa 30 minuti.


Mettete a bollire dell'acqua in un pentolino col cucchiaino di malto.
Una volta lievitati, ritagliate la carta su cui sono appoggiati in quadrati, poi con tutta la carta mettete i bagels nell'acqua bollente. la carta si staccherà da sola ed eliminarla.




Lasciare sobollire i bagels per 10 secondi, facendoli cuocere in tutti e due i lati, poi estrarli con una schiumarola, poggiarli su una teglia coperta di carta forno e spolverarli con i semi prescelti, infornarli a 220° per circa 20 minuti.



Ponete una ciotolina in forno per evitare che secchino troppo.Estrarli non appena diventano dorati e farli freddare su una gratella.


Sofficissimi!!!!!


Admin · 814 visite · 0 commenti
07 Gen 2014 








Quest'anno mi ci sono messa di impegno, mi dicevo: " non è possibile che mi riescano delle splendide colombe, ma il panettone niente!!!!"



così ho cominciato a spulciare il web in ricerca delle ricette disponibili. Bè devo dire che sono molte le ricette proposte, anche di cuochi famosi, Igino Massari, Montersino....Però ogni prova non andava a buon fine. Generalmente non cresceva....



Così ho cominciato a provare le varie tecniche, io faccio tutto con il lievito madre, e consigliavano di rinfrescarlo tutti i giorni da una settimana prima e tre volte, nel giorno stesso.



Un secondo problema riguardava la farina, tutte le ricette raccomandavano la farina MANITOBA, io uso sempre la manitoba ma quella del supermercato che non specifica il contenuto proteico nè la forza, così ho scoperto che saranno pure manitoba ma non hanno le caratteristiche richieste e quindi non hanno l'elasticità necessaria per permettere ad un impasto pesante come il panettone di crescere, quindi ho acquistato la farina Loconte (Farine magiche) che si è rivelata ottima e la Manitoba del Mulino Marino, biologica e macinata a pietra, costosa ma sicuramente di ottimo livello. Con queste due soluzioni finalmente sono riuscita a ottenere un ottimo panettone!



Per cominciare voglio citare il blog da cui ho preso la ricetta: ANICE E CANNELLA, un blog specializzato in impasti di pane e lievitati vari, fatto veramente bene e che vi consiglio di visitare.

La ricetta del panettone originale è del Maestro Achille Zoia, questa versione è adattata ai piccoli quantitativi ed alla cucina casalinga.

Le dosi indicate sono per due panettoni da 750 gr.

Vi rimando ad un'altro post per le informazioni relative alla PASTA MADRE, come ottenerla e come gestirla.



Quindi partiamo dal presupposto che abbiate una buona pasta madre, bella attiva e matura.



Come dicevo inizialmente va rinfrescata tutti i giorni per una settimana con la stessa farina manitoba che poi userete per fare il panettone. naturalmente tra un rinfresco e l'altro non va messo in frigo ma tenuta a temperatura ambiente



Se non trovate le farine che ho usato io controllate che abbiano almeno W340 di forza, sennò non cresce. ( n.b. se non c'è scritto non la prendete, non vale niente).

Ilgiorno in cui farete il panettone, fate il " bagnetto" alla pasta madre ( un'altra tecnica per attivarla), procedete così:

Tagliatene 50 gr. a fettine e mettetele in 200 gr. circa di acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero, lasciatela 15 minuti. Prelevatelo dall'acqua, strizzatelo ed aggiungete 75 gr. di farina e 25 gr. di acqua, mezzo tuorlo d'uovo, impastate e lasciate lievitare per circa 3 h  o finchè non triplica in forno spento con la lucina acdesa, ripetete la procedura altre due volte ( cioè rinfrescate dopo aver pesato la pasta madre con 50% di acqua e 100% di farina).

Sarete arrivati alla sera, quindi preparate il primo impasto.

INGREDIENTI:

210 gr. di acqua

125 gr. di zucchero

400 gr. di farina manitoba

110 gr. di lievito madre

0.5 gr. di lievito di birra ( due lenticchie circa)

10 gr. di malto

125 gr. di burro

40 gr. di tuorli ( 2 uova grandi)

Ovviamente sarà necessaria una impastatrice.

Mettete nella ciotola l'acqua tiepida ed il malto, fate sciogliere la pasta madre ed il lievito di birra, unite 370 gr. di farina e fare incordare.

aggiungere 20 gr. di tuorli e far assorbire, 50 gr. di zucchero e fare assorbire, 15 gr. di farina e fare incordare.

Di nuovo aggiungete i secondi 20 gr. di tuorlo e far assorbire, i 75 gr. di zucchero e 15 gr. di farina e far incordare.

Infine aggiungete il burro morbido a tocchetti e far assorbire.

Quando l'impasto è ben incordato, ponetelo in una ciotola leggermente infarinata e coperta da pellicola e ponete il tutto in forno spento, con la lucina accesa ed una ciotola di acqua calda sul fondo.

Deve lievitare per 12 ore circa o almeno finchè non triplica.

Ho fatto due panettoni con la farina Loconte e due con la Marino.

I primi hanno lievitato lentamente e sono state necessarie tutte le 12 ore, i secondi invece sono lievitati più rapidamente, mi sono bastate 7/8 ore.

Quindi controllateli, ogni farina, ogni impasto, ogni cucina hanno cartteristiche diverse che influenzano molto i risultati.

 

Passate 12 ore circa procediamo con il secondo impasto:

Aggiungere al primo impasto i seguenti ingredienti

100 gr. di farina

0.5 gr. di lievito di birra

1 gr. di vaniglia

100 gr. di zucchero in 3 momenti ( prima 20, poi 30 e 50 succesivamente)

6 gr. di sale

125 gr. di burro

130 gr, di tuorli in 3 momenti ( circa 7 uova)

25 gr. di miele di acacia

10 gr. di essenza "panettone" ( se l'avete, non è obbligatoria)

200 gr. di uvetta ammorbidita

100 gr. di cubetti di arancia candita

20 gr. di cubetti di cedro candito

 

Aggiungere gli ingredienti in 3 fasi, aspettando che l'impasto incordi tra una fase e l'altra.

Per ultimo aggiungere il burro a dadini e temperatura ambiente.

Quando l'impasto è ben incordato aggiungere a bassa velocità i canditi e l'uvetta ben strizzata.

Lasciar riposare nel bicchiere della planetaria per mezz'ora.

Poi imburrare il paino di lavoro e le mani e rovesciare l'impasto, dividere in due e procedere alla pirlatura.

Lasciare riposare ancora mezz'ora.

Passato questo tempo ripetere la pirlatura e porre i due impasti nei pirottini da panettone.

Mettere i due priottini su una placca e far lievitare al calduccio per circa 6/12 ore, fino a che raggiungono il bordo, sempre in forno spento con la lucina accesa ed un contenitore pieno di acqua bollente che rinnovere spesso.

Qui si impone una foto:

 

 

Questo è uno dei miei due panettoni lievitato troppo dopo una notte in forno, non più di 8 ore... mha! L'ho già detto, ogni panettone è una cosa a sè.

Non pensiate che sia andato buttato però, l'ho ritagliato al bordo ed ho usato il residuo per riempire un pirottino per panettone piccolo.

Quando il panettone arriva al bordo, si dovrebbe fare un taglio a croce con una lametta, ma questo non mi riesce, cioe il panettone si abbassa e non è essattamente il risultato voluto!

Mettete in forno a 180 gr. circa per 10 minuti, poi aprite velocemente il forno e coprite con un foglio di carta stagnola per evitare che si bruci.

Poi abbassate il forno a 160° circa per altri 30/40 minuti, fate la prova stecchino.

Una volta cotto il panettone va raffreddato a testa in giù, io ho fatto così:

 

 

 Ecco infine i panettoni confezionati

 

 

E non poteva mancare la fettina sofficissima

 

 

 

Non vi posso dire la soddisfazione di esserci finalmente riuscita!

 Vi invito però a provarci perchè il sapore è nettamente migliore di quelli comprati, così come gli ingredienti!!

Ciao alla prossima!


Admin · 1038 visite · 0 commenti
15 Dic 2013 


Domani nel mio ufficio c'è una grande vendita di beneficenza e mi hanno chiesto di portare una bella torta, tema Natale.



Sono stata molto indecisa sul soggetto, anche perchè il dolce starà diverse ore fuori dal frigo e dovrà essere incartato nel cellophane, dopo aver studiato diverse possibilità, ho deciso per una torta 2 d, cioè non tridimensionale. Il problema poi è stata la farcitura e la copertura, cioè la parte sotto alla pasta di zucchero. In genere metto panna, ma questa era da escludere per la mancanza di frigo. Alla fine hi optato per ganache al cioccolato, che mi hanno detto resiste bene alle alte temperature.


Con l'occasione vi do la ricetta, che è poi molto semplice:

GANACHE AL CIOCCOLATO


Ingredienti:



250 gr. di cioccolata fondente



250 gr. di panna



30 gr. di burro



Si scalda in un oentolino la panna ed il burro, quando sta per bollire si spegne e si aggiunge il cioccolato tritato, si ischia bene e si frulla con un frullino elettrico per buoni 10 minuti. Poi si pone in frigo a rassoddare. A secondo del tempo che la si lascia al freddo diventa solida, tanto che si potrebbe usare con la sac a poche.



Naturalmente si può usare anche il cioccolato al latte, bianco ed aromatizzare con rum, caffè o altro.






Dunque ho usato la ganache anche per ricoprire la torta prima di appoggiarvi la pdz, ed il risultato è stato fantastico,la pdz era molto più stabile di quando metto la panna!



Ecco la torta di Natale che ho fatto:








Vi piace?

Alla mostra di beneficenza è piaciuta molto, infatti invece di metterla in vendita, è stata uno dei regali della riffa, pensate l'ha vinta una collega a cui era piaciuta molto e che diverse ore prima dell'estrazione mi aveva detto che le sarebbe piaciuto vincerla perchè pochi giorni dopo aveva una festa ed avrebbe voluto portarla... quando mi ha detto che avevano estratto il suo numero, bè non ci credevo!!!!















Admin · 772 visite · 0 commenti
24 Nov 2013 




Questa torta sofficissima è una ANGEL CAKE, la ricetta ve l'ho già data e vi invito a vedere nei post precedenti, oggi invece voglio darvi la ricetta di questa splendida glassa al cioccolato, che chiameremo GLASSA A SPECCHIO.

Inredienti:

170 cl di acqua

150 cl di panna non montata

75 gr. di cacao amaro in polvere

240 gr. di zucchero semolato

8 gr. di colla di pesce


Portiamo ad ebolizione l'acqua, la panna, lo zucchero ed il cacao per circa 10 minuti.

Lasciamo intiepidire ( ma non raffreddare toppo, il composto deve essere ancora caldo) ed aggiungiamo la colla di pesce precedentemente lasciata bagno in acqua e strizzata.

Facciamo riposare qualche minuto in modo che si rassodi un pochino ( non troppo sennò diventa solida e non è più spalmabile).

La versiamo su una torta ( in genere metto il dolce su una gratella sopra  una teglia, poi raccolgo il cioccolato colato e lo riverso sulla torta per fare un'altro strato)

Questa semplicissima glassa è di sicuro risultato, molto facile, ha la consistenza di un budino, cioè rimane sempre umida.

E' ottima sulla Angel Cake, ma anche sulla torta 7 VELI o sui PROFITEROL.


Admin · 1470 visite · 0 commenti

Pagina precedente  1, 2, 3 ... 12 ... 22  Pagina Successiva

Amici che mi sono venuti a trovare:
free html visitor counters
hit counter


siti

dolcefanny.blogattivo.com

In classifica

sito


Sito d'argento






siti amici
http://www.dolcidichiara.it/logo.gif
http://www.dolcidichiara.it/public/forum/search.php?search_id=newposts
http://ricettefantasia.myblog.it/
http://agendadimargherita.myblog.it/
http://www.dolcidichiara.it/home.html
http://manuelapeace.blog.kataweb.it/
http://nonsolotortedecoratedidonatella.blogspot.com/
http://idolcidipinella.blogspot.com/
http://sognidizucchero.blogspot.com/
http://unmondodidolcezza.blogspot.com/
http://zuccheriamo.blogspot.com/
http://sugarcraftedintorni.blogspot.it/2011/05/sugar-flowers-fiori-di-zuccheroi.html
http://blunottelive.blogspot.it/
http://sweetcorner-doris.blogspot.it
http://le-tenere-dolcezze-di-resy.blogspot.it


LEGGETE QUESTA RIVISTA ON LINE, ALL'INTERNO C'è UNA BELLISSIMA INTERVISTA A LUCA MONTERSINO!!!